“Un fil rouge sembra comunque legare tra loro un trittico di mostre-omaggio. Mi riferisco a quelle dedicate a Simone Carella – regista, poeta e animatore culturale della Roma Anni Settanta –, con lavori creati per l’occasione da artisti visivi della nuova generazione; al performer concettualista Wolfgang Stoerchle, presentato attraverso l’occhio attento dell’editrice e ricercatrice Alice Dusapin; al magazine erotico Playmen, sorprendentemente ricco di contributi colti (ha ospitato inediti di Henry Miller e Carmelo Bene, oltre a lunghe interviste a Giorgio de Chirico e Michel Foucault).
Tre monografie splendide, perché puntuali e non pedanti. Il leitmotiv che le lega, in modo sottile ma palpabile, è un senso di nostalgia per una stagione fatta di libertarismo e sperimentazione, quella degli Anni Sessanta e Settanta, che comincia ad apparire, oltre che irripetibile, non più a portata di mano.”

Pericle Guaglianone

Artribune 1/3/2021

La mostra è ospitata al Macro – Museo d’arte contemporanea di Roma, via Nizza, 138  dal 03/02/2021 al 06/06/2021

Leggi l’articolo intero su Artribune

Categorie: News