Ogni volta che ti senti lontanamente sfiorato o toccata da questa sindrome pensa a un obiettivo – anche piccolo – che hai raggiunto nella tua vita, [simple_tooltip content='Detta anche sindrome “dell’autocom- miserazione”, la sindrome “Me tapino! Povera me!” si manifesta in parole, pensieri, azioni e omissioni basate sul presupposto che: “io sono un caso disperato, uno sfigato/una sfigata senza speranza e non avrò mai quello che desidero”. Questa sindrome ha un vantaggio collaterale che molti apprezzano: dà una serie infinita di (apparentemente) buone ragioni per non agire, per non impegnarsi, per non sforzarsi di migliorare la propria vita.']magari[/simple_tooltip] anche nel lontano passato.