testi di Peter Handke e Antonio Porta
TRE PEZZI VOCALI E CONSONANTI

da Profezia di P. Handke
e da Come se fosse un ritmo di A. Porta 

regia Simone Carella

da Insulti al pubblico di P. Handke 
regia Bruno Mazzali 
con Rosa di Lucia
 
Beat72, Roma 10 dicembre 1973

[...] «QUADRI: Ma prima avevi fatto un’altra esperienza qui al Beat…

CARELLA: Si, ho fatto un testo di Handke, un testo parlato, tratto dai Testi vocali, cioè Profezia, assieme a una poesia di Antonio Porta, Come se fosse un ritmo. La serata si chiamava Tre pezzi vocali e consonanti, e comprendeva un altro pezzo di Handke, Insulti al pubblico, curato da Bruno Mazzali e detto da Rosa di Lucia. In questa esperienza durata tre giorni, perché così era previsto, cercavo affannosamente di usare questi mezzi “consonanti” perché si applicava un po’ il modulo di Philip Glass, con alcune frasi che venivano ripetute, fino a quando poi inavvertitamente ne subentrava un’altra, da un gruppo di attori o di lettori, una decina; il testo di Handke è ripetitivo, continuo, ha in sé un ritmo molto veloce e gli attori dovevano verificare varie altezze di suono, varie velocità di lettura indipendentemente l’uno dall’altro ». [...]

Franco Quadri L’Avanguardia teatrale in Italia (materiali 1960-1976), vol. 2, Einaudi, Torino 1977, pp. 560.